Il web marketing può aiutare la tua attività
web agency

Il web marketing può aiutare la tua attività

Internet offre certamente molte opportunità di evasione, ma prima è uno strumento di lavoro molto potente. Durante questa pandemia, tutti noi lo abbiamo più o meno notato, quando il lavoro intelligente ha costretto tutti (nativi digitali o meno) a misurare le opportunità di lavoro fornite da Internet. Oltre a sfortunati incidenti, Internet può anche servire come risorsa quotidiana per piccoli professionisti, aziende e negozi. Lingua, tecnologia, strumenti di network marketing (o marketing digitale) possono aiutare ogni categoria professionale ad ampliare il campo di azione, superare le barriere fisiche, attirare nuovi clienti e aumentare le entrate.

“Opportunità, certo, ma forse sarebbe più opportuno dire necessità: le statistiche dimostrano che il 75% di attività che negli ultimi 10 anni non hanno investito nel web hanno chiuso o subito gravissime perdite di fatturato”, ci spiega Marco Loprete, titolare dell’omonima web agency a Roma. Loprete è esperto nella realizzazione di siti web per aziende, professionisti ed e-commerce, nonché consulente SEO e digital marketer. “Il punto è questo: nel 2021 non avere un sito web o una strategia di presenza sui canali digitali non è più un’opzione”. Il guaio, però, è anche la scarsa digitalizzazione del nostro paese, che sconta in questo campo arretratezze decennali. Ad oggi, ancora il 12% degli italiani non ha accesso alla banda larga. La rivoluzione digitale chiama, il paese sarà in grado di farsi trovare pronto?

Ad ogni modo, tralasciando i massimi sistemi, cosa dovrebbe fare un professionista che voglia investire sul web? La parola ancora a : “Prima di tutto, contattare un professionista. A miei clienti che mi chiedono la Realizzazione Siti Web Roma o Preventivo Siti Web o in tutta Italia, faccio sempre presente il valore aggiunto dell’esperto. Un sito internet non è un gioco, ma un Sito Vetrina Professionale fondamentale, e come tale merita di essere sviluppata”. Al bando, dunque, il cugino che lavora gratis o l’amico che lo fa per pochi euro.

E se pensate che nel 2021 avere il sito internet sia un anacronismo, vi sbagliate di grosso. Le statistiche mostrano come un sito ben posizionato sui motori di ricerca sia in grado di generare oltre il 1000% di visite in più, con ricadute notevoli sul fatturato. Insomma, non è solo un biglietto da visita, il sito internet, ma molto di più, una formidabile occasione di crescita professionale e di fatturato. I numeri del nostro paese, però, anche in questo caso sono contrastanti. Una ricerca ISTAT del 2017 ha segnalato come tra le aziende con almeno 10 dipendenti, poco più del 70% possedeva un sito internet. Il trend è in crescita, giacché nel 2020 erano il 61%. L’esplosione degli e-commerce, invece, è un fatto acclarato: tra il 2010 e il 2017 il numero dei negozi virtuali è raddoppiato, ma si attesta comunque intorno al 10%, ben sei punti sotto la media UE.

Quali siano i vantaggi (e gli svantaggi, se ci sono) di avere un e-commerce: “I pro sono notevoli. Vendi al di là del tuo negozio fisico, il che significa essere raggiungibili da clienti sparsi in tutta Italia o tutto il mondo, senza limitazioni orarie, senza investimenti in personale, se non quello strettamente necessario a tenere d’occhio le transazioni. C’è inoltre la possibilità di vendere in dropshipping, ovvero senza la necessità del magazzino fisico, con tutto il risparmio che ne consegue in termini d’affitto. Se l’e-commerce è sviluppato bene, da un professionista o una web agency qualificati, le transazioni sono rapide e sicure. Inoltre, si dispone di sistemi di notifiche mail e fatturazione automatizzati, e di statistiche che permettono di monitorare costantemente l’andamento degli affari. Insomma, per chi ha un’attività commerciale, il negozio virtuale è un canale da attivare al più presto!”.

E i contro? Categorico: “Non ce ne sono. L’unico problema, se vogliamo vederla in quest’ottica, è che l’e-commerce non vende da sé. Unitamente alla realizzazione dello store digitale, a meno che i prodotti in vendita non siano di ultra-nicchia o di un brand già molto noto, c’è da prevedere una strategia di web marketing per ‘spingere’ il negozio on-line. Posizionamento sui motori di ricerca, social media marketing, AdWords, article marketing, anche spot radio e tv se serve.”

Non c’è bisogno di aggiungere, in questo caso, quanto la mano del professionista sia fondamentale. Del resto, anche per la gestione dei social media il consulente qualificato è necessario. Facebook, Twitter, Instagram, Linkedin, Pinterest: ciascuno di questi strumenti ha specificità tecniche, funzionalità, audience differenti. “Solo il social media manager professionista può orientare correttamente il cliente, e soprattutto costruire una comunicazione efficace, in grado di trasmettere con parole e immagini tutto il valore dei prodotti o dei servizi offerti”,  che con la sua web agency Roma offre anche questo genere di servizi. “Sì, e non è finita qui.

Ci occupiamo anche di :

L’idea è sensibilizzare aziende e professionisti sulle possibilità delle nuove tecnologie e sulle possibilità del marketing online, Internet marketing, posizionamento sui motori di ricerca e social media marketing per singoli professionisti.

Col senno di poi, questa è la futura missione di molti dipartimenti aziendali. Devono conoscere le infinite possibilità della rete senza perdersi nel labirinto digitale. Infatti, è sbarazzarsi del labirinto per rafforzare la rete e diventare di più capace Competere a livello nazionale e internazionale.

Lascia un commento